Trasmissione in diretta anche in STREAMING WEB
Giovedì e venerdì sera h 22:00 - 00:30
NOVITÀ: Sabato h 14:00 - 17:00
Domenica mattina h 10:00 - 13:00

FABRIZIO SPADINI
“FUTURO ANTERIORE”
a cura di Alessio Calestani
19 ottobre – 16 novembre 2019
Soave Arte Moderna e Contemporanea
Via San Francesco d'Assisi, 20 - 15121 Alessandria
info & contact: +39 131 444545
info@soavearte.com
http://www.soavearte.it/
Inaugurazione: Sabato 19 ottobre, ore 18:30

Una mostra prodotta da ArteAtelier

Sabato 19 ottobre 2019 “taglio del nastro” della personale di Fabrizio Spadini “FUTURO ANTERIORE”.  Si tratta della prima personale di uno degli esordienti più promettenti nel panorama contemporaneo italiano attuale. Grazie alla collaborazione tra Soave Arte Moderna e Contemporanea di Alessandria, che con questa mostra inaugura la stagione espositiva 2019/2020 e ArteAtelier di Milano, che con la sua figura di riferimento, Alessio Calestani, produce e cura questa mostra, Fabrizio Spadini esordisce in una location lussuosa con una importante eco nazionale. I suoi Oil Robots stanno avendo un enorme successo anche grazie alle trasmissioni televisive nelle quali sono protagonisti condotte proprio da Alessio Calestani sui canali 863 del bouquet SKY e 125,126 e 127 del digitale terrestre.
“(…) Spadini ha completamente cambiato le regole del gioco attraverso quei robottoni con cui siamo cresciuti alla fine degli anni '70 e per tutti gli anni '80. Li ha presi per mano e accompagnati fuori dalle “gabbie” nelle quali sono sempre stati costretti: fuori dall'illustrazione, dal mondo dei comics, fuori dal paradigma robot=popart. Li ha trasportati delicatamente in un mondo, quello dei Macchiaioli, in cui Silvestro Lega, Telemaco Signorini e Giovanni Fattori si sono prestati a sdoganarne la presenza come protagonisti della cultura del loro tempo e non più semplici giocattoli”.
Per Spadini si tratta di una prima di tutto rispetto, carica di aspettative e di speranze, quelle di un artista con tutte le carte in regola per diventare un vero e proprio Caposcuola il cui linguaggio non ci stupirà quando dovesse divenire fenomeno internazionale nel panorama della arti visive.